Cos’è la Gnosi?

Cos’è la Gnosi?

    Pensi di conoscere la verità? Credi di conoscere veramente chi sei e il tuo potenziale? Quando i greci iniziarono a parlare di gnosis (γνῶσις), cioè «conoscenza», intendevano una condizione dell’uomo che conosce una verità in modo completo e consapevole, ovvero perfettamente.

    Nasce così un concetto di gnosi che si distanzia di molto da quello di dogma. Possiamo definire così i due termini:

    1. la GNOSI è una conoscenza iniziatica, perfetta e salvifica;
    2. il DOGMA è un principio discutibile con cui gestire la mente delle masse.

    L’idea di gnosi coinvolge pertanto la soteriologia, ossia lo studio relativo alla salvezza dell’anima. Alcuni vogliono primeggiare facendo leva sulla fede ingenua (credulità) degli uomini inconsapevoli; ma gli iniziati rivelano i segreti che conducono l’uomo dentro di sé, perché solo conoscendo se stessi si può giungere alla Verità assoluta, che chiamiamo Dio.

    L’insegnamento basato sulla gnosi ha generato la nascita di un movimento filosofico-religioso chiamato GNOSTICISMO, la cui massima diffusione si ebbe tra il II e il IV secolo d.C. Una definizione piuttosto parziale del movimento, basata sull’etimologia della parola, può essere: “dottrina della salvezza tramite la conoscenza”. Gli insegnamenti gnostici sono molto profondi, ma aimè molto diversi tra loro; erano anche frutto di una libertà di pensiero che oggi sembra perduta. Il principio base era l’insegnamento attraverso il quale si può fuggire dal mondo materiale, creato dal Demiurgo, per abbracciare il mondo spirituale. Nello gnosticismo il mondo del Demiurgo è rappresentato dal mondo inferiore, che è associato con la materia, la carne, il tempo e più particolarmente con un mondo imperfetto, effimero. Il mondo di Dio è rappresentato dal mondo superiore ed è associato all’anima e alla perfezione. Il mondo di Dio è eterno e non rientra nei limiti della fisica. L’unico modo di giungere a tale “mondo” (o stato di consapevolezza) è la GNOSI.

    Ora che il quadro dell’argomento è più chiaro, dobbiamo porci alcune domande e attendere che la nostra anima ci conduca alla risposta. Prima di tutto: “E se ci avessero raccontato un mare di menzogne ben costruite?”. Ancora: “Se la storia è scritta dai vincitori, e questi la scrivono a modo loro, sarà possibile che sia stata occultata la vera storia? Forse ci hanno indottrinato facendoci imparare a memoria una storia mai avvenuta? ”. Chissà quante altre domande possono seguire a queste. Caro lettore, sappi che un uomo che si pone una domanda esistenziale è un malato, finché non trova la risposta. E la GNOSI risponde a tutte le domande.

    Buon cammino di Luce.

    Salvatore Sealiah Marinò