Il mistero dell’anima

Il mistero dell’anima

    Che cos’è l’anima? Esiste veramente oppure è il frutto della fantasia di qualche ricercatore? Cerchiamo di indagare il mistero dell’anima rifacendoci agli studi di un grande conoscitore del mondo spirituale: Giordano Bruno. Questi fu un filosofo, scrittore e frate domenicano italiano vissuto nel XVI secolo. Egli fu condannato al rogo come eretico, ma – probabilmente – la sua anima vive ancor oggi.

    Tra i vari scritti di Giordano Bruno spicca quello intitolato “La Magia Naturale”, in cui il filosofo (chiamiamolo così, anche se forse sarebbe meglio dire “il mago”) ha presentato l’anima, indagando nei meandri della realtà spirituale.

    Il primo principio dell’anima è il seguente: l’anima è “tota in toto corpore” (tutta in tutto il corpo). L’anima non è più presente ad una parte che a un’altra, né meno presente ad una che a tutte e a tutte che ad una. Da tutto il corpo essa produce tutta l’opera della vita in modo primo e universale.

    Tutte le cose sono piene di spirito, anima, nume, dio o divinità, e l’intelletto è tutto dovunque e l’anima è tutta dovunque ma non dovunque opera tutto. Come gli elementi del corpo si trasformano, così l’atto dell’anima si realizza ora in un modo ora in un altro. Ogni anima ha una certa continuità con lo spirito dell’universo: l’anima non solo è e sta inclusa dove sente e produce la vita, ma è diffusa anche nell’infinito.

    L’anima si diffonde anche al di fuori del corpo, in tutto l’orizzonte della sua natura; conosce tutte le cose con cui contrasse qualche intimità e partecipazione. L’anima è una causa non inferiore ai suoi effetti.

    Come diverse luci si sommano nello stesso spazio, così anche le anime, diverse secondo potenza o atto, secondo numero finito o infinito, si associano nell’universo, mentre così non accade per i corpi, l’essere dei quali è definito e circoscritto dalla loro superficie.

    L’anima abbandona il suo corpo durante la vita, ma non può certo abbandonare il corpo universale, o essere abbandonata da esso: è pertanto connessa indissolubilmente alla materia universale.

    In conclusione, quando sei indeciso/a sulla strada da intraprendere, chiediti se la strada da percorrere abbia un’anima: come tutte le altre strade non condurrà da nessuna parte, ma ti permetterà di goderti il viaggio nella pace e nell’amore.

    Buon cammino di luce

    Salvatore Sealiah Marinò