Paura dell’esoterismo?

Paura dell’esoterismo?

    Alcune persone sono spaventate dalla parola “esoterismo” perché ancora non ne hanno compreso il senso. Questo termine deriva dall’antica scuola di Pitagora (grande maestro di esoterismo), che aveva formato un “cerchio della fiducia” con i suoi allievi. Chi stava in questo cerchio aveva il diritto di conoscere le informazioni delicate, quelle che più sconvolgono l’uditorio e che suscitano rabbia (in passato gli esoteristi venivano sovente uccisi). Così nasce la parola ESOTERIKOS, che significa “interno”. Essa indica tutti coloro che si trovano all’interno del cerchio suddetto.

    L’esoterismo è pertanto una scienza o filosofia occulta, cioè “nascosta” a coloro che si collocano fuori dal cerchio, i cosiddetti “profani”. A tal riguardo, il grande esoterista Giordano Bruno ha scritto nella sua opera DE MAGIA: “Benché nessun genere di magia sia indegno di attenzione e di conoscenza, dal momento che ogni scienza è buona, bisogna però che essa resti totalmente lontano dal volgo profano e scellerato e dalla moltitudine, poiché nessuna cosa è tanto buona che una categoria di persone empia e sacrilega e naturalmente criminale non la converta in danno più che in utilità dei suoi simili.”

    Questo insegnamento è utile all’iniziato che deve riflettere bene prima di parlare e svelare un segreto, ovvero un’informazione delicata. L’esoterismo aiuta peraltro ad andare all’interno di sé, realizzando e sperimentando l’invito dell’oracolo di Delfi: NOSCE TE IPSUM (conosci te stesso).

    Dobbiamo dunque aver paura dell’esoterismo? Sì, se abbiamo paura della verità. Ci spaventa l’idea di far crollare le nostre illusioni e le false speranze. Siamo più propensi a vivere nella menzogna, che secondo i parametri della verità. È più facile scappare, rifugiandosi dietro una menzogna ben costruita, che assumersi la responsabilità di tutto ciò che accade nella vita e divenire il Demiurgo della propria realtà.

    L’esoterista si sottopone a una dura disciplina, lavorando costantemente su di sé per avere il pieno controllo di tutte le componenti del proprio essere: pensieri, emozioni, sentimenti, desideri, volontà, impulsi, passioni. Divenire “uomo libero” non è certo uno scherzo; ma se ci siamo stancati di vivere da schiavi, allora faremo di tutto per liberarci, evitando di restare schiavi e condizionati per tutta la vita.

    Caro lettore, se hai ancora paura dell’esoterismo, significa che hai paura di affrontare i tuoi demoni interiori. Se invece diventi forte e coraggioso, ti servirai dell’esoterismo per capire come stanno veramente le cose, ritornando alla verità. Allora non solo non temerai più l’esoterismo, ma ti innamorerai di questa disciplina e diventerai un grande esoterista che riuscirà a “costruire templi alla virtù”.

    Buon cammino di luce.

    Salvatore Sealiah Marinò